Skip to content

CHAOTICSOUL.US

Chaoticsoul.us

NOLIAN SCARICA


    SCARICA IL MANUALE ▻. SCARICA LA BROCHURE pdf ▻ Nòlian è un ambiente completo per la modellazione e l'analisi strutturale con il metodo degli​. Nòlian All In One è una “architettura software” che consente di impiegare tutta la potenza di strumenti software Pertanto Nòlian All In One non è un software “​procedurale” che integri tutti gli ingredienti per SCARICA LA BROCHURE pdf ▻. Nòlian di Softing è un ambiente completo per la modellazione e l'analisi strutturale con il metodo degli elementi finiti con cui è possibile. Nòlian All in One di Softing è la piattaforma software per la progettazione di strutture che rende disponibile agli utenti un ambiente di lavoro. nolian download Gratis download software a UpdateStar -.

    Nome: nolian
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file:28.72 Megabytes

    NOLIAN SCARICA

    Il maggior vantaggio di questa nuova architettura applicativa consiste nel garantire la chiarezza di un ambiente dedicato ad un problema specifico insieme alla interoperabilità tra più ambienti. Resta sempre la possibilità di modificare queste impostazioni singolarmente in qualsiasi momento. La geometria degli elementi è completamente definibile graficamente, inoltre sono disponibili molte funzioni di manipolazione della mesh suddivisione elemento, inserimento di nodi, specchiatura, duplicazione, generazione per griglie anche circolari etc.

    Accanto a questo, un potente generatore frontale consente di generare mesh piane in contorni assegnati, anche per sottrazione di forature. Si possono impiegare anche contorni di riferimento formati da segmenti, poligoni, curve di Bezier. La mesh generata è associata ai poligoni di contorno e pertanto il remeshing, cambiando passo o altre opzioni, avviene con estrema facilità.

    Nòlian All In One - BIM Portale

    Questo approccio della colonna è molto più versatile se condotto con elementi finiti sofisticati e non solo banalmente viscosi, con la capacità di considerare più strati e con condizioni sature, non sature e anche di liquefazione. Questo elemento si presta ottimamente per ottenere la risposta locale sia in un modello bidimensionale che monodimensionale.

    Il modello bidimensionale si impone quando si hanno variazioni altimetriche importanti o presenza di differenziazioni laterali rispetto al punto indagato. Il caso studio In questa nota integrale in pdf descriveremo l'approccio monodimensionale tramite colonna di terreno modellata con gli elementi finiti suddetti e valideremo questo modello sia con i risultati ottenuti con il programma OpenSees, con il modello analitico e con il programam Proshake.

    Abbiamo impiegato uno degli esempi della documentazione di OpenSees in quanto riteniamo questo caso-prova autorevole e affidabile.

    Volendo la massima chiarezza nei risultati, impiegheremo un terreno omogeneo ed un accelerogramma costituito da una funzione sinusoidale, questo per non dover valutare la soluzione solo raffrontando graficamente i risultati.

    Abbiamo voluto quindi ripetere l'esempio di C. McGann e P. Come forzante abbiamo impiegato una accelerazione di ampiezza unitaria e frequenza 10 Hz. Questa scelta è dettata dal desiderio di poter confrontare i risultatii con la massima chiarezza, Il modello richiede alcune accortezze.

    Le dimensioni degli elementi devono essere tali da poter cogliere la frequenza più alta fMAX che si desidera considerare. Si definisce il numero di elementi per lunghezza d'onda.

    Le condizioni di interfaccia tra roccia e suolo viene realizzata con un dashpot viscoso secondo il metodo di Joiner e Chen [Joiner] che prevede una coefficiente lineare viscoso pari al prodotto della densità del suolo e della sua velocità, che è una impedenza. I nodi degli elementi devono avere orizzontalmente lo stesso spostamento perché si abbia una azione solo tagliante per cui si usa un constraint che impone spostamenti eguali.

    Useremo questa tecnica per scrivere un file di nome mylib.

    Ai nodi un ordinata La funzione per assegnare un dato valore per la coordinata z dei nodi selezionati, si chiamerà az assegna zeta. Poi diamo il comando seguente ed eseguiamo la selezione. I nodi prenderanno la quota specificata.

    Bibliografia Acquistate il PiL e aiuterete lo sviluppo di Lua!!! Pure utile è la guida in linea di Nolian alla sezione dedicata. The End.